5/5

Széchenyi-Wenckheim Palace

Unknown author
HUN near Arad
Unknown author

Fetching images...
Bera published on 12/22/2020 10:42 p.m.:
Bera

Si ritiene che il palazzo neobarocco di 72 stanze sia stato progettato da Viktor Siedek. Secondo alcune fonti, il castello fu costruito dal conte Frigyes Wenckheim e sua moglie tra il 1906 e il 1909 per la figlia Krisztina e il genero Antal Széchenyi. Secondo altre fonti il conte il cliente Széchenyi Antalné Wenckheim Kristina era . Ricevette infatti la tenuta in dono dai genitori della contessa. Il castello, come il seminterrato del kígyósihoz . Il terreno uscito dalla cantina è stato allargato, facendo sembrare che il castello si trovi più in alto rispetto ai suoi dintorni. Il castello è suddiviso in tre livelli : piano terra approfondito (seminterrato), soppalco e primo piano. Le finestre del seminterrato erano protette da inferriate ornate di ferro. Nel seminterrato c'erano stanze e magazzini necessari al servizio dei signori del castello. I due principali ornamenti della facciata dell'edificio erano i due stemmi ovali dei due conti. Il tetto della soffitta era ricoperto di tegole. Il tetto era ancora relativamente grande nel 1952. I muri esterni sono stati eseguiti con uva selvatica giapponese. Il castello aveva due ingressi . I cancelli decorati erano fatti di ferro battuto. L'ingresso principale dell'edificio conduceva al salone, dove un camino in marmo ornava entrambi i lati. Da qui, due scale portavano al piano di sopra. Le pareti delle suite sono rivestite con carta da parati peluche di diversi colori . Le stanze prendono il nome dal colore delle pareti. In tutte le stanze, il colore della stufa in maiolica era lo stesso del colore della carta da parati.Nel castello sono stati utilizzati gas ed illuminazione elettrica. Accanto al castello sono stati istituiti un giardino e un parco imponenti . Nell'autunno del 1944, i proprietari del castello fuggirono e il castello divenne disabitato. La gente del posto che viveva in tempi difficili ha strappato il muro dal muro e ne ha fatto dei vestiti.

A II. dopo la seconda guerra mondiale il castello fu nazionalizzato . Volevano creare un istituto di educazione speciale nel castello, ma tutto ciò che restava era un'idea. Le condizioni del castello disabitato sono costantemente peggiorate. Negli anni '60 la Cooperativa Contadina immagazzinava il grasso in grandi botti nel seminterrato e negli anni successivi il parco del castello fu utilizzato come parco ricreativo per ufficiali militari. Secondo alcune fonti si sarebbero svolte anche esercitazioni esplosive. Nel 1970 passò sotto la direzione e la supervisione del consiglio di contea , per poi diventare proprietà comunale durante il cambio di regime . Nel 1983 furono demoliti camini e muri fatiscenti nell'ambito di un'esercitazione di protezione civile.

Tags

    No tags available.
Show more

Visitors

29

Nearby before-and-after pictures


Fetching images...